impreseipab

La vicenda dei lavoratori Ipab trova finalmente una soluzione: è stato firmato oggi un protocollo di intesa tra gli assessorati alle Politiche sociali e alla Sanità, guidati rispettivamente da Antonio Scavone e Ruggero Razza, che prevede la riqualificazione del personale in un’ottica di impiego nel Servizio sanitario regionale. Per Angela Foti, vicepresidente dell’Ars e deputata regionale di Attiva Sicilia che ha sempre portato avanti la battaglia per dare un futuro lavorativo ai dipendenti delle Ipab, si tratta di grande passo avanti “che permetterà dopo la riqualificazione del personale il collocamento nelle Asp. Si tratta di un atto riparatorio nei confronti di questi lavoratori che per anni sono caduti nel dimenticatoio. Il sostegno dell’assessorato alla Sanità è stato fondamentale in questo percorso e per questo va un ringraziamento all’assessore Ruggero Razza”.

“Adesso – prosegue Foti – è necessario che il Cefpas predisponga un cronoprogramma dei corsi rivolti a tutto il personale dislocato nei vari territori e che le rispettive Asp pianifichino l’entrata in servizio di questi lavoratori, evitando che nonostante la riqualificazione poi non ci sia la possibilità di un utile collocamento nelle strutture sanitarie”.

“Il prossimo passo – conclude Foti – toccherà alle commissioni Affari istituzionali e Bilancio prima e poi all’Assemblea Regionale Siciliana per procedere speditamente alla riforma del settore. Per questo reitererò l’urgenza della trattazione”.